Museo Poldi Pezzoli di Milano, una mostra che parla della gioielleria italiana

In: Eventi Su: Commento: 0
Il Museo Poldi Pezzoli si trova in via Manzoni 12 a Milano ed il palazzo che lo ospita risale al XVII secolo. "Dispongo che la mia casa e tutte le opere in essa contenute divengano una Fondazione Artistica ad uso e beneficio pubblico in perpetuo colle norme in corso per la Pinacoteca di Brera."
Testamento di Gian Giacomo Poldi Pezzoli, 1871.

Il Museo Poldi Pezzoli si trova in via Manzoni 12 a Milano ed il palazzo che lo ospita risale al XVII secolo.

Giuseppe Bertini fu il primo direttore del museo fino al 1898, ma, nel 1939, il museo, passato nel frattempo nelle mani di Camillo Boito, direttore dell’Accademia di Brera, venne chiuso e le opere ivi contenute furono portate al sicuro nei rifugi antiaerei. I bombardamenti del 1943 portarono danni ingenti e, per taluni versi, irreparabili. Il museo poté riaprire al pubblico solo nel 1951, dopo la sua ricostruzione.

A partire dal 24 Novembre questa casa museo ospita il gioiello; la mostra è a cura della storica dei monili Melissa Gabardi e del Museo Poldi Pezzoli. Qui si trovano riunite 150 opere che raccontano la produzione italiana del Novecento.

Si tratta di un omaggio al made in Italy: le ricerche condotte da Melissa Gabardi hanno messo alla luce le eccellenze tecniche italiane e la perfetta organizzazione del lavoro delle botteghe orafe, e hanno inoltre reso possibile ricostruire la storia delle case orafe italiane, spesso attive in vere e proprie imprese familiari, giunte oggi alla terza o quarta generazione.

Il percorso al Museo Poldi Pezzoli mette in luce come nella prima metà del Novecento l’estro italiano abbia preso spunto dalla produzione francese, mentre, a partire dalla seconda metà del secolo scorso abbia scelto di far leva sulla maestria orafa italiana che divenne poi punto di riferimento della produzione orafa internazionale: nasceva così il “made in Italy”.
Il grande successo del “made in Italy” nella moda porta, negli anni Ottanta e Novanta, a un consumo massiccio di prodotti preziosi: nascono infatti i gioielli da portare dal mattino alla sera.

Da non perdere la sezione dedicata alla produzione di preziosi realizzati per gli eventi scaligeri e indossati sia dalle artiste che dalle rappresentanti dall’alta società milanese e italiana ostentando un lusso post guerra.

Commenti

Lascia il tuo commento